DTA

Digital Theses Archive

 

Tesi etd-06232021-124425

Type of thesis
Master di Secondo Livello
Author
SCORRETTI, MASSIMO
URN
etd-06232021-124425
Title
SINDROME CORONARICA ACUTA NSTEMI DOV'E' LA LESIONE ? CASO CLINICO
Structure
Istituto di Scienze della Vita
Course
Corsi Alta Formazione - TRATTAMENTO PERCUTANEO DELLA MALATTIA CORONARICA
Committee
Tutor Dott. DE FELICE, FRANCESCO
Relatore Dott. BERTI, SERGIO
Keywords
  • Nessuna parola chiave trovata
Exam session start date
25/06/2021;
Availability
completa
Abstract
In gran parte della casistica, nei pazienti affetti da IMA di tipo STE, si trovano, durante l&#39;esame coronarografico, le classiche e prevedibili occlusioni di tronchi coronarici più o meno importanti.<br>In molte altre occasioni, tuttavia, in pazienti in cui la diagnosi di entrata in sala emodinamica è di sospetto IMA-NSTEMI, con un quadro clinico caratterizzato dall&#39;assenza di alterazioni ECGrafiche evidenti e dalla presenza di livelli di troponina ad alta sensibilità molto alti, non si trovano occlusioni coronariche evidenti.<br>La mancanza della lesione colpevole culprit o comunque di una lesione ritenuta responsabile del quadro clinico, ancorché priva dei caratteri si stenosi significativa (&gt; 50%), può indurre l&#39;operatore a decidere di non intervenire con procedure di rivascolarizzazione e di rinviare il paziente a protocolli di terapia medica.<br>Il lavoro descrive il caso particolare di un paziente, già infartuato nel 2017 e portatore di uno stent, che arriva al Pronto Soccorso di un centro spoke con un dolore toracico, diagnosticato come ACS-NSTEMI e avendo effettuato la stratificazione del rischio, con GRACE Score &gt; 140, viene inviato entro le 24 ore ad un centro hub per l&#39;effettuazione della coronarografia. Dal nuovo esame coronarografico non emergono stenosi vascolari che possano sollecitare l&#39;operatore ad intervenire con una procedura di rivascolarizzazione ed il paziente viene inviato ad un approfondimento diagnostico e a terapia antiaggregante con doppia antiaggregazione. <br>Il quesito da sciogliere rimane quello del determinismo dello NSTEMI e come questo si sia realizzato.<br>
Files