DTA

Digital Theses Archive

 

Tesi etd-11262020-215055

Type of thesis
Master univ. II liv.
Author
AMITRANO, WANDA
E-mail address
wanda1991@hotmail.it
URN
etd-11262020-215055
Title
ENERGIE RINNOVABILI: ANALISI DI SOLUZIONI SOSTENIBILI
Structure
Istituto di Management
Course
Corsi Alta Formazione - GESTIONE E CONTROLLO DELL'AMBIENTE: ECONOMIA CIRCOLARE E MANAGEMENT EFFICIENTE DELLE RISORSE
Committee
relatore Prof. RIZZI, FRANCESCO
Relatore Ing. CAPPELLINI, ALFREDO
Keywords
  • agrofotovoltaico
  • agrovoltaico
  • cambiamenti climatici
  • energie rinnovabili
  • fotovoltaico
Exam session start date
18/12/2020;
Availability
completa
Abstract
Lo scorso 4 marzo 2020 la Commissione Europea ha presentato una proposta di legge sul clima, che costituisce il fondamento del Green Deal europeo.<br>Lo scopo principale della legge è ufficializzare l’obiettivo centrale dello stesso: ridurre le emissioni di gas a effetto serra di almeno il 55% entro il 2030; ciò pone l&#39;Europa su un percorso responsabile per diventare climaticamente neutra entro il 2050. <br>Per raggiungere questo ambizioso progetto sono stati individuati tre target chiave: <br>- Riduzione di almeno il 40% delle emissioni di gas serra (dai livelli del 1990)<br>- Almeno il 32% dell’energia consumata prodotta da energie rinnovabili<br>- Almeno il 32,5% di miglioramento dell&#39;efficienza energetica<br>In particolare, le energie rinnovabili sono al centro delle priorità dell&#39;Unione dell&#39;energia .<br>Con l&#39;entrata in vigore, il 24 dicembre 2018, della direttiva (UE) 2018/2001 sulla promozione dell&#39;uso dell&#39;energia da fonti rinnovabili (RED II), è stato introdotto un nuovo quadro adeguato alle esigenze future e volto a conseguire l&#39;obiettivo vincolante dell&#39;Unione di almeno il 32% di energia rinnovabile nel consumo finale lordo energetico entro il 2030. Ciò è ulteriormente integrato dagli altri elementi del pacchetto &#34;Energia pulita per tutti gli europei&#34; .<br>Nel 2018 l&#39;UE ha raggiunto la quota del 18,0% di energie rinnovabili nel consumo finale lordo energetico, a fronte dell&#39;obiettivo di almeno il 20% per il 2020 e al di sopra della traiettoria indicativa del 16% prevista per il periodo 2017-2018 .<br>È previsto che l&#39;UE investirà soprattutto nell&#39;energia offshore (in particolare nell&#39;energia eolica) e nell&#39;energia solare , .<br>Ma vi sono alcuni problemi collegati all’aumento della quota di fonti energetiche rinnovabili variabili, tra cui: l’impiego di queste ultime implica necessariamente un aumento dello stoccaggio e della capacità di utilizzare l&#39;energia elettrica nei trasporti e nell&#39;industria, soprattutto attraverso le batterie e l&#39;idrogeno; inoltre, richiede investimenti importanti nelle tecnologie per le reti intelligenti . <br>La principale sfida attuale è trovare soluzioni altamente tecnologiche e a basso costo per bypassare i limiti di cui sopra .<br>Di contro, i vantaggi delle energie rinnovabili vanno ben oltre le dimensioni dell&#39;Unione dell&#39;energia; infatti, queste sono una fonte di crescita economica e di occupazione per i cittadini europei: in questo settore, lavorano attualmente oltre 1,5 milioni di persone, generando un fatturato annuo stimato in 158,9 miliardi di EUR .<br>Inoltre, l’ultima relazione sui prezzi e i costi dell&#39;energia in Europa , documenta che, negli ultimi anni, i maggiori volumi di energia rinnovabile sono stati un fattore determinante per il calo dei prezzi di queste fonti energetiche all&#39;ingrosso; conseguentemente, si riducono i costi energetici per l&#39;industria e si migliora la competitività industriale.<br>Altro fattore essenziale è il calo dei costi della tecnologia, che coniugati alla digitalizzazione, stanno facendo delle energie rinnovabili la vera forza trainante che consente ai consumatori di svolgere un ruolo chiave nella transizione energetica.<br>
Files