DTA

Digital Theses Archive

 

Tesi etd-11292019-122458

Type of thesis
Master univ. II liv.
Author
PERALI, SILVIA
E-mail address
silvia.perali93@gmail.com
URN
etd-11292019-122458
Title
Linee guida per la definizione di progetti di cooperazione internazionale per la gestione integrata dei rifiuti
Structure
Istituto di Management
Course
Corsi Alta Formazione - GESTIONE E CONTROLLO DELL'AMBIENTE: ECONOMIA CIRCOLARE E MANAGEMENT EFFICIENTE DELLE RISORSE
Committee
relatore Dott.ssa GUSMEROTTI, NATALIA MARZIA
Tutor Dott. MATTIELLO, MARCO
Keywords
  • best practices
  • fonti di finanziamento
  • gestione integrata dei rifiuti
  • guidelines
  • integrated waste management
  • international cooperation projects
  • linee guida
  • progetti di cooperazione internazionale
  • source of financing
Exam session start date
;
Availability
parziale
Abstract
La crescente attenzione al settore dei rifiuti si inserisce nel più ampio contesto dello sviluppo sostenibile promosso dall’Agenda ONU 2030, dove gli obiettivi globali mirano a raggiungere l’accesso universale ad un servizio di raccolta sostenibile, la chiusura delle discariche a cielo aperto e la cessione di ogni forma di abbandono o incenerimento incontrollato dei rifiuti. Per raggiungere questi obiettivi, in diverse realtà si sta affermando un modello di gestione dei rifiuti integrato. Nei paesi in via di sviluppo (PVS) l’introduzione di questo modello assume ancora più rilevanza se pensiamo che spesso questi vengono abbandonati, bruciati e smaltiti in discariche non controllate, provocando conseguenze ambientali, sanitarie ed economiche gravi. Proprio qui giocano un ruolo importante il trasferimento di know-how, competenze tecniche e organizzative e la guida di una realtà che ha già messo in pratica una gestione integrata dei rifiuti. Per favorire questo sviluppo sostenibile nei PVS, la cooperazione internazionale rappresenta un valido strumento.<br>Realtà come Contarina S.p.A., si impegnano in questi progetti con l’obiettivo di accompagnare possibili partner in un percorso di gestione del ciclo dei rifiuti sostenibile dal punto di vista sociale, economico ed ambientale. Affinché un progetto abbia successo bisogna strutturare chiaramente l’idea progettuale, descrivere in modo appropriato la situazione di partenza e i benefici realistici che dal suo svolgimento possono derivare. Nei PVS però, risulta complesso reperire le informazioni necessarie alla stesura di una valida proposta progettuale. Da questa consapevolezza è nata la necessità di organizzare delle linee guida personalizzabili, per supportare Contarina, e altre organizzazioni ad essa paragonabili, nella costruzione ed esecuzione di possibili progetti di cooperazione internazionale, ideando degli strumenti ad hoc per la conduzione dell’analisi di contesto, la definizione del budget e la fase di monitoraggio.<br><br>[EN] The growing attention to the waste sector is part of the broader context of sustainable development, promoted by the UN Agenda for 2030, in which the objective is to achieve the universal access to a sustainable collection service, the closure of open dumps and the transfer of any form of abandonment or uncontrolled incineration. An integrated waste management model is emerging in different realities, to achieve these goals. In developing countries (PVS) the implementation of this model assumes even more relevance if we think that waste are often abandoned, burned and disposed of in open dumps, bringing about serious environmental, health and economic consequences. Right in this framework, the transfer of know-how, of technical and organizational skills and the guidance of a company that has already implemented an integrated waste management model, play an important role. To foster this change in developing countries, international cooperation represents a valuable tool. Entities like Contarina S.p.A., are committed to these projects with the aim to support possible partners in a sustainable waste cycle management path. To be successful, a project must be clearly structured, the starting point must be appropriately described, together with the benefits that can be derived from its implementation. In developing countries, however, it is hard to obtain the information needed to draft a valid project proposal. Acknowledging that, the need to elaborate customizable guidelines emerged. Therefore, to support Contarina, and other comparable organizations, in the construction and execution of possible international cooperation projects, ad hoc tools are designed for conducting context analysis, defining the budget and the monitoring phase.
Files